Qualcuno si cimenta con i sempreverdi mattoncini delle costruzioni, altri preferiscono cimentarsi con dei primordiali flipper di legno, ma qualche bambino ha anche sperimentato per la prima volta le biglie di vetro.

Vietati smartphone e videogiochi alla giornata mondiale del gioco.

Anche Napoli, per il quarto anno consecutivo, ha aderito all’iniziativa. La villa comunale trasformata in un grande parco dove sperimentare ogni tipo di divertimento. Per l’occasione, l’assessorato al welfare del comune di Napoli, che ha organizzato l’evento Città per giocare, ha previsto anche un’area per far divertire  gli amici a quattro zampe.

 

Contagiata dalla febbre del gioco anche l’assessore al Welfare del comune di Napoli, Roberta Gaeta