Napoli, sequestrati 430 fuochi d’artificio: due persone denunciate

0
60

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, a
seguito dell’intensificazione delle attività di controllo economico del
territorio, ha sequestrato, nel quartiere di Poggioreale, 430 articoli
pirotecnici, tra “batterie” e “candele romane”, del peso di 140 kg.,
con massa esplodente attiva di 15 Kg., illecitamente detenuti da
una ditta individuale.

In particolare, il Gruppo Pronto Impiego ha scoperto una fiorente
attività di commercio di artifizi pirotecnici pericolosi detenuti
illecitamente da un venditore che non era in possesso di alcuna
licenza o autorizzazione, sia per lo stoccaggio che per la vendita di
materiale esplodente.

I finanzieri hanno altresì rilevato che le modalità di conservazione
dei fuochi ritrovati non rispettavano i requisiti minimi di sicurezza
esponendo gli abitanti dello stabile dove era ubicato il locale
commerciale ad un costante ed elevato pericolo.

Al termine delle attività sono stati denunciati a piede libero 2
responsabili, entrambi napoletani, per violazioni sia del Testo
Unico di Pubblica Sicurezza che del Codice Penale, per
detenzione, fabbricazione, commercio abusivo ed omessa
denuncia all’Autorità di materiale esplodente.

L’attività di servizio dei Baschi Verdi è il risultato di appositi servizi
di controllo economico del territorio di natura preventiva svolti dalla
Guardia di Finanza di Napoli per contrastare possibili fenomeni di
commercializzazione abusiva di artifizi pirotecnici, al fine di
contrastare un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.