Dieci ordinanze di custodia cautelare personale e un provvedimento di sequestro preventivo di beni, nei confronti di soggetti indagati a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale internazionale.

E’ il bilancio dell’operazione della Guardia di Finanza di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore.

L’attività delle fiamme gialle ha permesso di individuare e disarticolare un’associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale internazionale, nel commercio all’ingrosso di detersivi e altri prodotti, svolta anche attraverso l’emissione, il rilascio e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti da parte di società estere con sede in Inghilterra, Spagna, Lituania Romania e Bulgaria, utilizzate per l’acquisto delle partite di merce destinate al mercato nazionale.

Il sodalizio aveva poi creato, in Italia, una serie di società “cartiere” – intestate a prestanome.
Il G.I.P. ha anche emesso un provvedimento di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca di tutti i beni riconducibili agli indagati, nonché alle società italiane ed estere coinvolte nella frode, per l’ammontare complessivo di 1.600.000 euro.