Digitalizzazione e diabete nell’adulto. E’ questo il titolo del convegno organizzato dal prof Mariano Agrusta, diabetologo campano già direttore dell’Unità operativa di endocrinologia all’ospedale di Cava-Costa d’Amalfi e ora alla casa di cura Ruggiero a Cava dei Tirreni, all’hotel Oriente di Napoli fino al 18 maggio.

Al centro dell’attenzione la buona condizione della informatizzazione dei piani terapeutici, ma anche la loro scarsa utilizzazione per la gestione quotidiana dei pazienti.

Sono state inoltre mostrate le possibili soluzioni e i passaggi necessari per poter portare l’Italia allo stesso livello dei migliori paesi europei e aiutare i pazienti con diabete a una gestione ottimale della malattia, con ricadute positive sulla loro qualità di vita.

Oltre al prof Agrusta, sono intervenuti il prof Fabio Broglio, docente di endocrinologia all’Università di Torino, il dr Andrea Boaretto che ha fondato una start-up digitale in questo ambito presso il PoliHub del Politecnico di Milano, e il dr Massimo Balestri, amministratore delegato di Roche Diabetes, una delle aziende più impegnate nello sviluppo di queste nuove tecnologie informatiche.