Sabato prossimo in tutto il mondo si celebrerà la Giornata Mondiale per Sicurezza sul lavoro, proclamata dall’OIL (l’Organizzazione Internazionale del Lavoro), fondata dall’ONU.

L’evento coincide, nel 2018, con l’anno più nero per la sicurezza: ad oggi sono infatti già 207 le “morti bianche”, con un sensibile incremento rispetto allo stesso periodo del 2017.

Sono dati estremamente preoccupanti. La Campania dall’inizio dell’anno registra già 15 vittime: 6 in provincia di Napoli, 5 in provincia di Salerno, 3 in provincia di Caserta e 1 in provincia di Avellino.

Gli edili rappresentano mediamente il 20% di tutti i morti sul lavoro. La maggioranza di queste vittime è provocata da cadute dall’alto, dai tetti e dalle impalcature.

Promuovere una più efficace, concreta ed incisiva cultura della sicurezza e della prevenzione è l’obiettivo dell’Inail che mette in campo soluzioni in materia di sicurezza e prevenzione antinfortunistica, a partire dal progetto Sisca, il sistema per il controllo tecnologico della sicurezza sul lavoro nei cantieri edili, come spiega Raffaele D’Angelo, Coordinatore regionale CONTARP INAIL.