Una speranza di rinascita per il Parco verde di Caivano. E’ questo il senso dell’incontro durante il quale il ministro della Coesione per il Sud, Mara Carfagna, apposto la sua firma sul contratto istituzionale di sviluppo Terra dei Fuochi, che finanzia con 200 milioni di euro 67 progetti di riqualificazione ambientale presentati da 52 comuni del Casertano e del Napoletano, a cominciare da Caivano. Don Maurizio Patriciello, prete simbolo della lotta per un ambiente sano nella Terra dei Fuochi è felice ma realista. Dalla sua parrocchia di San Paolo Apostolo, proprio attigua al Parco Verde,  rione noto per il degrado socio-economico e culturale dell’area a nord di Napoli, potrebbe ripartire lo sviluppo del territorio.
Il contratto è un percorso che vuole avviare una sorta di resurrezione del territorio, per usare le parole del ministro Carfagna. Rigenerazione urbana, riqualificazione ambientale e rafforzamento del tessuto sociale, sono gli elementi fondanti del patto.