giovedì, Febbraio 2, 2023
HomeAttualitàVinicio tiene a battesimo il "Mundialito 3.0 Respect". Due giorni al "Sacro...

Vinicio tiene a battesimo il “Mundialito 3.0 Respect”. Due giorni al “Sacro Cuore” di sport e solidarietà


E’ stato l’ex campione del Napoli, Luis Vinicio, a dare il via al “Mundialito 3.0 Respect”, giunto alla XII edizione, evento sportivo non competitivo di due giorni organizzato dalla Società sportiva dilettantistica Europa che ha i campi da gioco nell’Istituto Sacro Cuore a Napoli. ”Ogni volta che un bambino inizia a giocare a calcio fa una cosa buona per lui, in tutti i sensi” ha detto Vinicio nel corso della presentazione nell’auditorium alla quale hanno preso parte anche il presidente della Ssd Europa, Mario Del Verme e il presidente del comitato regionale Campania della Figc, Vincenzo Pastore. E ha aggiunto: ”Dal Mundialito al Mundial, un napoletano come Insigne può diventare come Rossi in Spagna”. Durante l’incontro sono state proiettate immagini delle partite giocate tra Italia e Brasile ai mondiali ’70, ’82, ’94 dall’archivio della rivista Guerin Sportivo, diretta da Matteo Marani. “Abbiamo lanciato un’idea che è nata in questi anni con la Fondazione Milan sulla dispersione scolastica – ha spiegato Del Verme – Un progetto comune tra educazione scolastica e sport. I bambini che partecipano alle attività pomeridiane delle associazioni Porto Franco, Centro di Soldiarietà e La Tenda lavorano con noi due giorni a settimana con l’attività sportiva e i nostri allenatori”. Nella stagione sportiva 2013/2014, la Ssde, in collaborazione con l’associazione onlus Insieme per l’Infanzia, ha realizzato “Un album di amici per costruire un pozzo d’acqua nel Benin” per l’iniziativa “Friends and Bikers for Africa” alla quale sarà devoluto un assegno di 1.000 euro. L’iniziativa è patrocinata dal consolato del Benin a Napoli. E, ancora, “Un album di amici per costruire un ponte con il Brasile”, con il patrocinio del Consolato italiano a Rio de Janeiro, in collaborazione con l’associazione no profit “Mundo Brasileu” a cui sarà consegnato un assegno di 1.500 euro per l’acquisto di materiale didattico per l’asilo/scuola del Centro Educacional Cantinho da Natureza della parrocchia Santa Cruz de Copacabana. Due album di figurine, ognuno dei quali realizzato con un obiettivo preciso, dove i protagonisti sono stati tutti i soci e lo staff della SSD Europa. “In questi momenti i bambini e i genitori sono felici insieme – ha sottolineato Pastore – Il calcio ha questa capacità attrattiva straordinaria. E questo è il calcio che può indicare anche alle altre discipline sportive la gioia di vivere e la gioia del gioco”.

Skip to content