Si attendono i risultati delle analisi effettuate questa mattina e della nuova a Tac eseguita per la piccola Noemi, la bambina di quattro anni ferita da un proiettile calibro 9 in piazza Nazionale, a Napoli, venerdì scorso.

“Sono analisi già previste, dopo il quarto giorno di ricovero – hanno detto fonti sanitarie – la prognosi resta comunque riservata” ed il problema all’esame dei medici è quello della funzionalità del polmone sinistro, danneggiato dal proiettile, di tipo blindato, che lo ha attraversato.

Intanto migliorano lentamente le condizioni di salute di Salvatore Nurcaro, il 31enne che rappresentava l’obiettivo dell’uomo che gli ha sparato contro sei colpi di pistola. Nurcaro a breve potrebbe essere stubato e dunque in condizione di poter parlare e fare agli inquirenti il nome del suo killer che a quel punto avrebbe le ore contate.

Al Capezzale della piccola noemi intanto ieri vista del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sull’attività investigativa si è espresso anche il Presidente della commissione parlamentare antimafia Nicola Morra che precisa.