Un libro che esplora la storia del borgo di Antignano, uno tra i casali più antichi di Napoli, in cui, in appena poche strade, insistono testimonianze storiche, artistiche e rustiche, capaci di tramandare una sussistenza preziosa dalla rarissima conformazione. Si chiama “L’antico Borgo di Antignano”, lo ha scritto il giornalista e ingegnere Antonio La Gala per la casa editrice Rogiosi di Rosario Bianco.

Il volume è stato presentato proprio nell’antico borgo, da Gigi e Ross, che hanno accolto raccontato retroscena e motivi alla base della pubblicazione, con la consueta ironia. Presenti anche il consigliere Marco Gaudini, per il sindaco De Magistris e il presidente della V Municipalità, Paolo De Luca.

Via romana, villaggio rurale, residenza del poeta Pontano, dogana borbonica, mercato e, oggi, borgo-mercato-piazza che prova a superare le sue fasi di degrado per ritrovare il fascino di un passato che apre ad un futuro di mille possibilità. La narrazione è intervallata da numerose foto del borgo, immagini attuali unite a foto d’epoca, a testimoniare l’evoluzione nel tempo di un luogo che racconta le radici della Napoli collinare.