De Giovanni e Sepe, “Dialoghi” sulla “Pandemia dello scarto”

0
194

Con l’Avvento il Cardinale Crescenzio Sepe riprende e ripropone i suoi “dialoghi con la Città”, incentrati su questo tema: “Lo sguardo della fede sul futuro della Città”.
A differenza degli altri anni, gli incontri settimanali non saranno itineranti, a causa della crisi epidemiologica causata dal Covid-19 e della conseguente necessità di evitare assembramenti. Primo interlocutore del Cardinale Sepe è stato lo scrittore Maurizio De Giovanni, nella Chiesa Cattedrale, Basilica di Santa Restituta. Al centro della riflessione “La scommessa su una nuova società: Contro la cattiva pandemia dello scarto”. Un concetto espresso da Papa Francesco e che de Giovanni ha fatto suo: “Ci si chiede come ne usciremo, io creedo che possiamo solo migliorare considerato il livello a cui è arrivata la società!
Il secondo “dialogo” mercoledì 9 dicembre con l’intervento di Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Univ. Suor Orsola Benincasa.
Ultimo incontro lunedì 14 dicembre con l’intervento del Ministro Gaetano Manfredi.
I “dialoghi” sono tutti introdotti dal Vicario Episcopale alla Cultura, mons. Adolfo Russo.
Animazione delle tre serate affidate, rispettivamente, ai musicisti: Myriam Traverso: Viola, ( Suite n.1 di Max Reger); Stefano Duca Traverso: Flauto ( Arabesque Napolitana di S.Duca Traverso); Ivano Pagliuso: Chitarra (Mallorca, di I. Albeniz).
I “dialoghi” sono tutti trasmessi in diretta streaming a cura di Videoinformazioni.

 

 

 

Con l’Avvento il Cardinale Crescenzio Sepe riprende i suoi “dialoghi con la Città”.

Primo interlocutore lo scrittore Maurizio De Giovanni.

Al centro della riflessione “La scommessa su una nuova società: contro la cattiva pandemia dello scarto”.