Un’enorme voragine si è aperta questa mattina alle 7 circa nel parcheggio dell’ospedale del Mare a Napoli. Il cedimento è stato accompagnato da un boato che ha spaventato personale, pazienti e residenti in zona e ha fatto temere una esplosione.

I vigili del fuoco escludono una deflagrazione e sono orientati al cedimento strutturale. La voragine ha inghiottito diverse auto, ma non ci sono al momento feriti. Sul posto i carabinieri.

La parte in cui si è verificato il cedimento è adiacente all’ospedale modulare creato come Covid center nella scorsa primavera per sopperire alla necessità di nuovi posti di terapia intensiva e sub-intensiva.

LA NOTA DEL’ASL NAPOLI 1
Tra le 06.30 e 6.45 di questa mattina si è avvertito un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Di fatto il boato è stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri. I Vigili del Fuoco sono sul posto e benché la voragine abbia inghiottito alcune auto, al momento pare che non siano state coinvolte persone. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica. Al momento non c’è alcun elemento che induca a fare pensare ad un atto doloso.
Qualsiasi ulteriore aggiornamento sarà trasmesso a mezzo comunicato stampa dall’ASL Napoli 1 Centro