Intelligenza Artificiale, incontro al Teatro Posillipo organizzato da Eudora

0
455

Conferenza-incontro Verso la Comunità del Millennio sull’Intelligenza Artificiale organizzata dall’Associazione Eudora, presieduta da Francesco Sangiovanni che ha visto la partecipazione di 250 studenti della Regione Campania. Al Teatro Posillpo, grazie alla collaborazione con il Prometheus Festival promosso da Andrea Lucisano ed Evelin Egner, è stato seguito in streaming anche dal Liceo Scientifico E. Amaldi di Barcellona e l’Istituito Italiano Alfred Nobel Europaschule di Berlino.
“La rivoluzione digitale ci ha catapultato in un mondo interconnesso in cui i confini tra uomo e macchina, virtuale e reale, artificiale e naturale, individuo e collettività si fanno sempre meno definiti. Nel giro di pochi anni è profondamente cambiato il modo di viaggiare, fare acquisti, informarsi e divertirsi. L’immagine (digitale) è la forma più diffusa di comunicazione personale e collettiva”, asserisce Massimo De Gregorio , ricercatore CNR presso l’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti (CNR-ISASI) che ha aperto la conferenza ripercorrendo, con l’aiuto di slide e divertenti video, le fasi della storia della cibernetica fino ad arrivare alla moderna Intelligenza Artificiale.
Grandissima attenzione ha suscitato l’intervento di Jacopo Mele Presidente della Fondazione Homo Ex Machina, che nel 2018 Forbes l’ha incluso tra i 100, under 30 leader del futuro, nella categoria “Enterprise Technology”. Il giovane Digital Life Coach ha catturato l’attenzione dei ragazzi studenti a stimolare la propria creatività per avere accesso ai lavori del futuro che non potranno fare le macchine “intelligenti”. Le metodologie dell’Intelligenza Artificiale possono fornire soluzioni elaborando dati “passati”, gli uomini con il proprio intelletto e la propria coscienza devono avere visioni sul futuro, cosa che una macchina non potrà mai fare.
Ampio spazio è stato dato alle numerose domande nel dibattito finale con la presenza di entrambi gli speaker, moderati da Paolo Silvestrini, Professore Ordinario di Fisica all’Università Luigi Vanvitelli e socio fondatore di Eudora. Presente in sala anche l’Assessore regionale alla Pubblica Istruzione Lucia Fortini, che ha promosso ed inviato il progetto Eudora Educational, già presente nelle Scuole dell’Area Metropolitana, anche negli Istituti Superiori della Regione Campania.