Sono passati quattro anni dalla visita di Papa Francesco a Napoli, il 21 marzo del 2015.

L’annuncio del ritorno del Santo Padre in città, seppur per una veloce partecipazione a un convegno alla Facoltà Teologica, sottolinea il rapporto di grande cordialità tra il Pontefice e la città. Aspettò messo in evidenza dall’Arcivescovo Metropolita,, il Cardinale Crescenzio Sepe.

Nel 2015 la visita di Papa Francesco a Napoli fu un vero e proprio evento, che iniziò con l’arrivo in elicottero a Pompei per la visita al santuario.

Poi lo spostamento a Napoli, con la prima tappa a Scampia, luogo caro anche a Papa Giovanni Paolo II. La messa in piazza del Plebiscito sancì l’abbraccio con la città, con migliaia di cittadini che affollarono il piazzare antistante Palazzo reale.

Grande emozione per la visita nel Carcere di Poggioreale, per l’incontro in Duomo e nella Chiesa del Gesù dove il Santo Padre accolse gli infermi. Di grande significato l’incontro con le famiglie sul palco allestito sul lungomare di Napoli, in via Caracciolo e il rientro a Roma in serata. Stavolta non ci sarà il bagno di folla, eppure l’Arcivescovo spera di poter trovare, nel programma, qualche opzione per ripetere l’abbraccio tra Francesco e i napoletani.