Promuovere un nuovo modello di formazione attraverso la creazione di una vera e propria fabbrica delle competenze. Promuovere la cosiddetta economia solidale. Scrivere nuove pagine di cultura e di civiltà del lavoro e della contrattazione.

E’ con questi obiettivi che la Confsal, la Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori, ha scelto di celebrare la Festa del Lavoro a Napoli “simbolo del Sud segnato dal maggior tasso di disoccupazione e da un forte disagio sociale ma che puo’ diventare il pilastro dell’economia italiana”.

La manifestazione che si è tenuta in piazza del Plebiscito, ha avuto inizio con le testimonianze di giovani, lavoratori e disoccupati, precari e studenti, di momenti musicali, seguite dall’intervento del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, e dei segretari generali di federazione che infine hanno lasciato il palco a Angelo Raffaele Margiotta, segretario generale Confsal, a cui e’stato affidato l’intervento conclusivo.