Napoli Calcio Femminile, addio Coppa Italia dopo ko con Roma FC

0
194
Napoli Calcio Femminile
L'allenatore delle azzurre Geppino Marino

Finisce 3 a 0 la partita tra Roma FC e Napoli Calcio Femminile. Un risultato costato caro alle azzurre, che salutano così la Coppa Italia. Era una partita da non sottovalutare, di questo la formazione partenopea era consapevole. Nessuno, però, si sarebbe aspettato il dominio assoluto delle giallorosse. Le padrone di casa, infatti, non hanno concesso nulla. Match immediatamente in salita per il Napoli, dunque. Prive, causa infortuni, di diverse calciatrici di spicco e sotto dopo un minuto in virtù della rete di Landa. Al 12′ minuto poi il raddoppio, siglato da Conti, ha indirizzato la partita a sfavore delle ospiti. La situazione si è complicata al 24′ per l’infortunio di De Biase, sostituita da Massa. Al 37′, inoltre, arriva il terzo gol firmato da Carboni che, di fatto, chiude la gara già nel primo tempo. La compagine campana è quindi costretta a riscattarsi immediatamente in campionato il giorno dell’Immacolata.

LE DICHIARAZIONI DELL’ALLENATORE

“C’è rammarico perché non volevamo affatto uscire dalla Coppa. Desideravamo confrontarci negli ottavi con una squadra di Serie A. Non ho fatto turnover ma semplicemente ho scelto di dare spazio alle ragazze che hanno giocato meno ma che, durante la settimana si allenano al massimo. Mi aspettavo una risposta diversa da chi ha avuto la possibilità di mettersi in mostra ma ora testa al campionato perché siamo primi alla classifica e intendiamo continuare la nostra corsa fino in fondo. Spero, logicamente, di recuperare in fretta gli elementi attualmente in infermeria”.
Parole che fanno emergere tutta la delusione dell’allenatore Marino per l’uscita dalla competizione tricolore. Non il miglior Napoli quello di oggi. Sul C.S. Certosa le azzurre hanno costruito poco, non mostrando la grinta e la motivazione indispensabili per ottenere almeno un pareggio. E’ evidente che le assenze di Chatzinikolaou, Coda e Di Marino non risultano indolori. Non deve, però, questa circostanza, trasformarsi in un alibi. Una squadra costruita per cimentarsi con il calcio che conta deve infatti crescere anche dal punto di vista dell’approccio. Proprio su questo dovrà lavorare il Napoli già da domani. L’8 dicembre le azzurre dovranno affrontare con lo spirito giusto il Chievo. Le venete sono infatti reduci dalla vittoria sul Cittadella, in campionato sopra di un punto alla Roma FC.