26 spari sotto la casa del boss. Proiettili calibro 9 disseminati sui mattoni di basolato di vico Concordia e vico colonne ai Cariati, nei quartieri spagnoli di Napoli. Si torna a sparare nel ventre molle della città. Non si sa ancora se una stesa dimostrativa o un conflitto a fuoco. Sull’episodio indagano gli uomini della questura partenopea. Ma il luogo dove è avvenuta la sparatoria, alle 4.30 di questa mattina, non fa presagire nulla di buono. Nell’edificio che sovrasta l’incrocio di vicoli vive il vecchio boss della camorra dei quartieri spagnoli, Ciro Mariano, tornato a casa ad aprile 2018 dopo 27 anni di detenzione. E a febbraio 2019 già si verificò un’altra stesa davanti al portone della sua abitazione. Un’azione dimostrativa per intimidire l’anziano capo. https://videoinformazioni.com/stesa-a…  E sono i fedelissimi del clan, vecchie e nuove leve dei Mariano, che oggi si fronteggiano con l’organizzazione, in crescita secondo gli inquirenti, dei Ricci Saltalamacchia per il controllo delle attività illegali. Tra le ipotesi è che la sparatoria di questa mattina sia la risposta a una stesa avvenuta il 16 settembre in via san liborio, tra la pignasecca e piazza Carità.