Torna l’ormai tradizionale asta di beneficenza voluta dall’Arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe.

L’iniziativa è stata illustrata nel salone del Palazzo Arcivescovile in Largo Donnaregina.

Presentati i tanti doni che saranno poi battuti: regali inviati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, da Papa Francesco, dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dal Prefetto di Napoli Marco Valentini, dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e dallo stesso cardinale Sepe.

Moltissimi bambini soffrono, ha sottolineato il cardinale, si trovano ricoverati negli ospedali e vivono in situazioni di grave indigenza familiare perché il virus, che ancora si va diffondendo paurosamente, ha determinato nuove povertà. Per questo non possiamo e non dobbiamo fermarci e arrenderci.