Coronavirus, Calcio Napoli: tiene banco il nodo stipendi

0
183

Dopo il taglio stipendi della Juve, il calcio italiano si interroga come far fronte alla difficile situazione contrattuale dei suoi giocatori.

Tutte le società stanno cercando di capire come fronteggiare le perdite che deriveranno dallo tzunami Covid-19.

Il Napoli in queste ore sta cercando con i suoi giocatori una mediazione per arrivare a una consensuale riduzione degli stipendi.

Il nodo da sciogliere non è tanto l’emergenza Covid ma la pregressa presenza del contenzioso multe derivanti dall’ammutinamento di ottobre.

Insigne capitano e portavoce del gruppo ha già discusso sul tema ‘taglio ingaggi’ con De Laurentiis, Giuntoli e Gattuso e ha poi aggiornato i compagni nella chat di squadra.

La situazione degli azzurri è più intricata rispetto ad altri club, perciò i calciatori da qualche settimana ne discutono con procuratori, avvocati e la stessa Aic.

La questione multe incide sulla ricerca di una strada condivisa riguardo agli stipendi, il procedimento di circa 2,5 milioni complessivi fermo al Collegio Arbitrale e le preoccupazioni sull’eventuale procedimento sui diritti d’immagine ipunti di distanza tra la squadra e la società.

Intanto il Napoli continua a stare a casa. Gattuso e i i suoi si allenano nelle 4 mura domestiche con programmi cadenzati e ad personam. Il Tecnico qualche giorno fa ha lanciato un messaggio ai tifosi.

Intanto grazie Social spaccati della vita degli azzurri arrivano nelle case dei napoletani ecco Ruiz e Insigne ai fornelli.