Farmacia degli Incurabili: apertura straordinaria sabato 28 luglio

0
322

Eccezionalmente riapre le sue porte settecentesche la Farmacia degli Incurabili per una visita notturna sabato 28 luglio. Un tempio barocco, dove arte e scienza si fondono. La sua costruzione risale al XVI secolo portando con se la firma di grandi artisti del tempo. Unica in Europa nel suo genere rimasta intatta. È considerato un gioiello prezioso del patrimonio storico-artistico napoletano che racconta una storia. Uno scalone in piperno, un pavimento maiolicato, un soffitto decorato con scene legate all’arte della medicina, che la rendono così speciale. La sua realizzazione si deve a Domenico Antonio e fa parte del grande complesso degli Incurabili. La storia della Farmacia, infatti, non può prescindere da quella dell’Ospedale degli Incurabili costruito, negli anni ’20 del Cinquecento, per volontà della nobildonna catalana Maria Longo. Una prima ristrutturazione nel Seicento ed una seconda nel Settecento hanno reso questo tempio architettonico un centro di eccellenza, famoso sia per la ricerca che per la produzione di erbe medicinali. Al suo interno sono conservati circa 400 preziosi vasi in maiolica dell’epoca, realizzati da Donato Massa, lo stesso artista che ha decorato il chiostro maiolicato di Santa Chiara.

In una delle due sale è collocata una grande urna marmorea, contenente la panacea di ogni male: la Triaca; un farmaco che ebbe una grande diffusione tra il Medioevo e il Rinascimento e considerata una vera e propria bevanda sacra. La Farmacia è, inoltre, affiancata dalla Quadreria dell’ospedale e dal Museo delle Arti Sanitarie, che ripercorrono la storia della medicina a Napoli a partire dal 1600 sino ad arrivare a San Giuseppe Moscati. Qui sono disposti vecchi ferri chirurgici, antichi strumenti medici, stampe anatomiche e libri che illustrano le pratiche operatorie di un tempo.

Generalmente la struttura è visitabile in settimana secondo un calendario prestabilito e previa prenotazione, per sabato 28 luglio, è invece prevista un’apertura straordinaria a partire dalle ore 18. La visita ha un costo di 13 euro ed una durata di due ore circa.

Parte del ricavato verrà investito al fine di contribuire ai lavori di restauro futuri.