“Vorrei che tutti leggessero non per diventare letterati o poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo.”

Le parole di Rodari identificano al meglio l’iniziativa a favore dei ragazzi del carcere di Nisida. A organizzare la raccolta e la distribuzione i titolari di A&M bookstore di via Duomo.

Libri donati, regalati, frutto della beneficenza dei napoletani, saranno consegnati ai giovani ospiti della casa circondariale minorile per garantirgli di poter “evadere” dal loro stato di detenzione e aprirsi alla cultura e alla società.

A tenere a battesimo l’iniziativa il sindaco di Napoli de Magistris.
Un progetto finanziato dalla Banca di Credito Cooperativo di Napoli. Il presidente manzo sottolinea.