“Illuminiamo Napoli, per un Natale che sia un segno di ripartenza e rinascita dopo quasi due anni di buio dell’economia e della socialità”.
Con queste parole il presidente della Camera di Commercio di Napoli ha aperto l’incontro per presentare il progetto di illuminazione della città in occasione delle festività natalizie.
“Abbiamo approvato un progetto per illuminare quasi 140 chilometri di strade e 36 piazze di Napoli – ha aggiunto – e dalla prima settimana di novembre saremo pronti ad accendere le luci. Siamo in linea con le grandi capitali europee che fanno brillare le luminarie natalizie da novembre fino a dopo l’Epifania”.
Fiola ha spiegato la filosofia del progetto e i tempi di realizzazione.
“Siamo partiti dalle periferie per arrivare al centro della città – ha sottolineato -. Per la prima volta illuminiamo le sei piazze di Scampia, per esempio, o strade come via Santa Teresa al Museo, o via Miano. Oltre al centro commerciale di Napoli che sarà ancora più bello”.
Il progetto che è frutto di un Bando Europeo del valore di 2,2 milioni di euro, prevede l’installazione delle classiche luminarie, integrate con addobbi tridimensionali nelle principali piazze cittadine. Spicca un Babbo Natale alto dieci metri da collocare in piazza Municipio ed un albero luminescente con 40 metri di led in piazza del Plebiscito.
“Su questi progetti attendiamo solo il parere della Sovrintendenza, che credo arriverà questa settimana – ha concluso Fiola -. Per piazza Vittoria, dove abbiamo fatto un test temporaneo, stiamo preparando un progetto specifico che presenteremo oggi e che si integra anche con un’ipotesi di rigenerazione della piazza”.