Uno sciopero di due ore per sollecitare il comune di Napoli ad assumere nuovi assistenti sociali.

A proclamarlo la cgil funzione pubblica, i cui rappresentanti hanno indetto due ore di sciopero, convocando in maniera congiunta un incontro con la stampa nella sede della 2 municipalità per illustrare le problematiche del settore: un assistente sociale ogni 7mila 722 cittadini.

Troppo pochi. Rispetto ai 972.973 cittadini, residenti a Napoli, ci sono in servizio soltanto 126 operatori, distribuiti sulle dieci Municipalità. Il rapporto previsto – spiega la Cgil – dovrebbe essere di 1 assistente ogni 5mila abitanti.

A mancare all’appello sono 70 operatori, praticamente il 55% del personale in servizio. Un’emergenza a tutti gli effetti, denuncia Dario Russo, assistente sociale del comune di Napoli e rappresentante sindacale