Partirà da Torino per attravresare tutta Italia, con una passaggio all’estero a Città del Vaticano, prima di arrivare il 2 luglio a Napoli e fare il suo ingresso al San Paolo il 3 luglio, quando sarà acceso il braciere olimpico.

Nella sala Italia della Mostra D’Oltremare presentata al pubblico la torcia dell’Universiade napoletana.
Bianca, con un Vesuvio azzurro sull’impugnatura, sarà trasportata di mano in mano da illustri tedofori, campioni olimpici che hanno scritto le pagine più belle dello sport azzurro e napoletano come Patrizio Oliva, Davide Tizzano, Manuela Di Centa.
A tenere a battesimo la fiaccola il vice presidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola.

30 giorni e finalmente i giochi avranno inizio. Un lungo percorso, una corsa ad ostacoli.
Molti impianti saranno completati sul filo di lana, altri come il Collana ospiteranno gli atleti imbrigliati dalle transenne dei lavori in corso. Il commissario Basile è convinto, però, che Napoli farà parlare di se in tutto il mondo per un grande evento mondiale.