I “Caracciolini” celebrano con Sepe un nuovo diacono e un nuovo Presbitero

0
206

Una cerimonia carica di emozione ha caratterizzato l’Ordinazione Diaconale e Presbiteriale conferita dall’Arcivescovo di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe, ad Angelo Aprea e Floribert Rwanzegushire. Nella Basilica dell’Incoronata Made del Buon Consiglio a Capodimonte, un evento che in concomitanza con l’emergenza da Covd-19 si è svolto secondo le prescrizioni richieste. La famiglia dei Caracciolini si è stretta intorno a questi due fratelli, che hanno intrapreso un percorso nuovo. L’occasione per ripercorrere la storia di un ordine che sorse a Napoli nel 1588 grazie a Giovanni Agostino Adorno, insieme con l’abate Fabrizio Caracciolo della famiglia dei principi di Marsicovetere e Francesco Caracciolo, del ramo dei principi di San Buono. Poiché dei tre fu quest’ultimo il solo a essere innalzato agli onori degli altari, Francesco Caracciolo è ritenuto il principale fondatore ed e da lui che i religiosi dell’ordine prendono il nome di “caracciolini”.  L’arcivescovo, durante l’omelia, ha voluto ripercorrere la storia e la figura di Francesco Caracciolo, sottolineandone la grande umanità intrisa di trascendenza e amore verso il prossimo.